Translate

mercoledì 4 febbraio 2015

NASA – Il motore di propulsione (“impossibile”) a quantum vacuum plasma FUNZIONA


impossible-space-propulsion-617x416-617x400



Un paio di anni fa, i ricercatori Johnson Space Center della NASA ha scoperto un sistema propulsore che genera effetti di spinta, nonostante che richiede assolutamente zero propellente. Le implicazioni di questa scoperta sono di vasta portata; applicazioni per il volo spaziale e di altre tecnologie che richiedono propulsione potrebbero un giorno diventare molto più economico, consentendo l’esplorazione dello spazio di espandersi in modo esponenziale. L’esistenza di questa tecnologia anche convalida ulteriormente il fatto che l’energia può essere derivata dalla sfruttando il vuoto quantistico, noto anche come energia “punto zero” o “energia libera”.
Questo tipo di tecnologia utilizza fluttuazioni quantistiche del vuoto per creare la spinta.
“Un secolo da adesso, sarà ben noto che: il vuoto dello spazio che riempie l’universo stesso è il vero substrato dell’universo; vuoto in uno stato di circolazione diventa materia; l’elettrone è la particella fondamentale della materia ed è un vortice di vuoto con un vuoto vuoto meno al centro ed è stabile dinamicamente; la velocità della luce rispetto al vuoto è la velocità massima che la natura ha fornito ed è una proprietà intrinseca del vuoto; vuoto è una sconosciuta fluido sottile mezzi materiali; vuoto è massa inferiore, continua, non viscoso ed incomprimibile ed è responsabile per tutte le proprietà della materia; e che il vuoto è sempre esistito ed esisterà sempre. Poi gli scienziati, ingegneri e filosofi si piega la testa per la vergogna sapere che la scienza moderna ha ignorato il vuoto nella nostra caccia per scoprire la realtà per più di un secolo “-  Paramahamsa Tewari ( fonte )
Molti scienziati materialisticamente inclinati rifiutano ancora di accettare questo fatto, semplicemente perché va contro l’attuale quadro di conoscenze accettati e / o la loro percezione del mondo. Indipendentemente da nuove scoperte che sfidano le leggi e le teorie della scienza attuali, i dati empirici che va contro queste credenze (in nome della scienza) continua ad essere ignorato. Questo deve finire.
Il propulsore di propellente-less è chiamato Canne drive , inventato da Guido Fetta, ed è stato testato dalla NASA nel corso di una campagna di test otto giorni che ha avuto luogo nel mese di agosto del 2013. Ha dimostrato che una piccola quantità di spinta è stata infatti realizzata all’interno di un contenitore, nuovo, senza l’uso di alcun combustibile. I risultati sono stati poi presentati in occasione del 50 ° Joint Conference Propulsion a Cleveland, Ohio, nel luglio del prossimo anno.
cannae-drive
È possibile accedere alla carta (dal titolo “Risultati numerici e sperimentali per una propulsione nuova tecnologia richiedono no On-Board propellente”) che è stato presentato alla conferenza qui  e carta dell’inventore Guido Fetta qui .
Il documento è disponibile anche sul sito web della NASA, è possibile visualizzarlo qui , è il primo link che si vede, ma purtroppo non sembra funzionare …
” Circa 30-50 micro-Newton di spinta sono stati registrati da un articolo di prova propulsione elettrica composto principalmente da radiofrequenza (RF) cavità risonante eccitato a circa 935 megahertz. Il test è stato eseguito su una bassa spinta di torsione pendolo in grado di rilevare la forza a livello micronewton sola cifra “ ( sorgente )
Secondo extremetech.com , l’inventore sostiene che la versione NASA testato è difettosa, che ha portato in loro raccolta letture di spinta molto più bassi rispetto al modello originale in grado di fornire. Tuttavia, quel punto è irrilevante; Resta il fatto che non vi è spinto generato dal vuoto.
A quanto pare, gli esseri umani non hanno ancora capito come generare energia tirando fuori il vuoto, ma che è secondo la scienza ufficiale. Allo stesso tempo, sembra che ci sia un sacco di prove che suggeriscono che sì, abbiamo davvero capito, e potremmo non essere gli unici che hanno. Questo tipo di tecnologia è esattamente ciò che Jack Kasher, Ph.D (e Professore Emerito di Fisica e l’Università del Nebraska) stava parlando quando ha fatto la sua dichiarazione per quanto riguarda lo spazio di viaggio extraterrestre.
C’è un altro modo se si tratta di wormholes o deformazione dello spazio, ci deve essere un modo per produrre energia in modo che si può tirare fuori il vuoto, e il fatto che sono qui ci mostra che hanno trovato un modo “. ( fonte )



Ovviamente l’intera cosa suona pretestuosa per chiunque. In teoria non dovrebbe funzionare affatto. Così la proposta è stata derisa ed ignorata da tutti, eccetto un team di scienziati cinesi. Essi hanno costruito nel 2009 un motore simile ed ha funzionato. I cinesi sono stati in grado di produrre 720 millinewton di spinta, abbastanza p
er costruire un propulsore per satelliti. Ma anche dopo questo nessuno ha creduto in tale tecnologia. er costruire un propulsore per satelliti. Ma anche dopo questo nessuno ha creduto in tale tecnologia.
Questo tipo di sistema di propulsione è stato dimostrato anche da un ricercatore britannico di nome Roger Shawyer, che ha avuto le prove di successo con quello che viene indicato come il “Emdrive”, che genera anche la spinta attraverso mezzi non convenzionali. Potete saperne di più su questo qui .

I ricercatori della NASA hanno concluso che ha esaminato la Canne drive chiuso dicendo:
“Piani di test futuri includono la verifica indipendente e validazione in altri impianti di prova.” ( fonte )

Possiamo utilizzare fluttuazioni quantistiche vacum Per fornire al mondo “libero” Energia /? 

“Prima che molte generazioni passano, il nostro macchinario sarà guidata da una potenza ottenibile in qualsiasi punto dell’universo. Questa idea non è nuova … Lo troviamo nella deliziosa mito di Anteo, che deriva il potere dalla terra; lo troviamo tra speculazioni sottili di uno dei vostri splendidi matematici … spazio .Throughout c’è energia. E ‘questa energia statica o cinetica? Se statica nostre speranze sono vane;se cinetica – e questo sappiamo che è, per certo -., allora è una mera questione di tempo in cui gli uomini riusciranno a collegare le loro macchine al lavoro molto ruota della natura “ - Nikola Tesla ( fonte )
La scienza ci ha dimostrato che gli atomi non sono solo seduti in un vuoto, sono infatti seduti in un mare di energia.Una volta che i fisici si resero conto che questa energia è lì, la prossima domanda era se poteva essere sfruttato, o utilizzata per sviluppare nuovi generatori di energia, pulita verdi che corrono di fuori di esso. La risposta è sì. Torna nel 1980 un ricercatore presso Hughes laboratorio con il nome di Robert Forward dimostrato un fenomeno definito “effetto Casimir”, che ha dimostrato che sì, questa energia potrebbe effettivamente essere sfruttato ed eventualmente utilizzati per generare energia stessa. ( fonte )
“Aspiratori generalmente si pensa siano vuoti, ma Hendrik Casimir crede queste sacche di nulla non contengono infatti fluttuazioni di onde elettromagnetiche. Egli ha suggerito che due lastre di metallo tenuto in disparte in un vuoto potrebbe intrappolare le onde, creando energia del vuoto che potrebbe attrarre o respingere le piastre. Poiché i confini di una regione mossa, la variazione di energia del vuoto (punto zero) porta all’effetto Casimir. Una recente ricerca fatta presso la Harvard University, e Vrije University di Amsterdam e altrove ha dimostrato l’effetto Casimir corretta. ” (fonte)
Per ulteriori informazioni sull’utilizzo di questo tipo di energia per produrre energia è possibile controllare gli articoli qui di seguito. Anche in questo caso, non sarebbe, eolica, l’energia derivante da combustibili solari, ecco perché è arbitrato come “Free Energy.” Non stiamo lasciando intendere che questa energia sarebbe esente da costi.Questa è l’energia che è derivato da quello che noi chiamiamo “spazio”. Esiste intorno a noi.
È possibile accedere a più articoli CE su questo argomento, facendo clic qui .
Fonti:
http://www.collective-evolution.com/2015/02/03/impossible-quantum-space-engine-actually-works-nasa-test-suggests/
Tutte le altre fonti sono elencati e collegati in tutto l’articolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.